sabato 25 ottobre 2014

Posa di una targa ricordo sul Monte Carro

Il 12 ottobre scorso un gruppo di amici hanno risalito il sentiero CAI 143 che porta al Monte Carro, con lo scopo di ricordare l'amico e socio della Sezione Franco Barbieri, scomparso il maggio scorso dopo una lunga malattia, con la posa di una targa. E' stato un grande animatore e sostenitore del nostro sodalizio, con iniziative pregevoli, da ultimo la riscoperta di questo percorso e il proseguo dello stesso sulla Cima Mezzana, forcella Mezzana e il collegamento alla Valle delle Forcellette per ridiscendere in Val Visdende a Cima Canale.
Gli amici di Franco

La targa a ricordo
Il silenzio che si riprende la montagna a termine dei lavori

Lavori di posa






sabato 4 ottobre 2014

LEZIONI di ROCCIA

Oggi sabato 4 ottobre, alcuni soci siamo andati in palestra "Alpini" Val Frison per esercitazione manovre di corda...cosa che è sempre utile nel bagaglio tecnico di chi va in montagna...anche per chi non va propriamente ad arrampicare...in ogni caso non si sa mai !
Nello specifico abbiamo lavorato su:
- Vari nodi di giunzione: nodo guide, inglese,fettuccia
- Nodi per legarsi: otto, bulin infilato
- Nodi per assicurazione : barcaiolo e semi barcaiolo
Progressione di una cordata
Come attrezzare una sosta con due punti di ancoraggio ( semimobile)
Discesa in corda doppia usando discensore Robot e Piastrina con nodo auto bloccante Prusik

Per tutto il mese di ottobre ho intenzione...tempo permettendo di andare in palestra il sabato o domenica, chi volesse venire per imparare o perfezionare la propria preparazione tecnica può contattarmi al 3333903916 alla mail  longerin@alice.it  ed anche alla mia pagina Facebook, evntualmente qualche giorno prima

De Bernardin Albino CAI Val Comelico
Maria Concetta

Tomasina in discesa

....oh! si sale o no !

E brava Maria Concetta

Tomasina...finalmente memorizza discesa con piastrina e autobolccante Prusik !





venerdì 3 ottobre 2014

Domenica 12 ottobre Castagnata di fine stagione...estiva !

Posto la locandina del prossimo evento nostra Sezione.
Particolarmente apprezzata sarà la presenza dei soci  alla salita al M.te Carro per la posa della targa in memoria del nostro socio Franco Barbieri

De Bernardin Albino

Ritrovo alle h. 14,00 a Costa d'Antola, nella baita della Regola di S.Stefano di Cadore, vicino a Plenta.

Sono invitati a partecipare tutti i soci e simpatizzanti, si confida nella presenza dei ragazzi dell'Alpinismo Giovanile.

Escursione:
Monte Carro (m. 2136), gruppo del Rinaldo
L'escursione prende avvio nei pressi del Camping Val Visdende a quota 1004 m., alla confluenza del torrente Cordevole con il fiume Piave. Siva ad interessare un ambiente selvaggio ed una natura inontaminata, racchiusa tra le cime e creste del Monte Rinaldo.
Si sale lungo il sentiero CAI 143, da subito ripido per poi prendere un andamento regolare, pervenendo alla forcella Piccola (m. 1935). Ora si segue sulla sinistra il sentiero che sale al Monte Carro tra una fitta mugheta. Dal monte si spazia a 360°. Ai nostri piedi scorre la valle del Piave, ponendo in bella vista tutti i paesini che costeggiano le sue sponde e bel panorama sui monti circostanti: a SE i Clap, a Sud le Terze e i Brentoni, ad Ovest il Popera e le Crode dei Longerin, a Nord la Cresta Carnica e a N.E. il Rinaldo e la cresta del Monte Ferro. Ora si ritorna sullo stesso itinerario di salita a forcella Piccola per intraprendere l'attraversata che  ci porterà nella Valle delle Forcellette ad incrociare il sentiero CAI 130 che sale al Monte Rinaldo e rientrare in Val Visdende a Cimacanale.
Tempo di percorrenza: h. 6,00 circa; dislivello: m. 1250 circa; Accompagnatori: AE Ivo Zandonella e Giancarlo Zonta; ritrovo: h. 7,30 a S.Stefano di Cadore con mezzi propri; difficoltà:EE

Per prenotazioni e informazioni: Ivo Zandonella 334.6546354 e Giancarlo Zonta 349.6624627.

                                                                                                  Il Direttivo della Sezione
                                                                                                       CAI Val Comelico                                                                                                                                                                                            



giovedì 2 ottobre 2014

CIMA PALOMBINO TA PUM

Mercoledi 1 ottobre nell'ambito del progetto TA PUM "il cammino della memoria" era previsto che alcuni esponenti della nostra sezione,tra i patrocinatori dell'evento,in questo caso il nostro presidente Giancarlo insieme al suo vice Albino, facciano un tratto del cammino fino a f.lla Dignas insieme ai 3 alpinisti Ta Pum ed al sindaco di Obertilliach, quindi era inteso che Giancarlo ed Albino aspettino al passo di Cima Vallona per poi salire la ferrata Austriaca a Cima Palombino, effettuare la traversata  e dopo aver superato in discesa la ferrata del Camoscio raggiungere insieme f.lla Dignas per la cerimonia ufficiale e stretta di mano fra italiani ed austriaci rappresentati dalle relative amministrazioni dei comuni transfrontalieri.
Purtroppo il maltempo ha impedito ai 3 alpinisti Ta Pum ed ai rappresentanti austiaci di giungere al Passo di Cima Vallona ed hanno deciso di raggiungere f.lla Dignas salendo dal Porzehutte.
Giancarlo ed Albino hanno deciso di salire alla Cima Palombino ed effettuarne la traversata e quindi....in un certo qual modo completare la tappa Ta Pum....siglando il libro di vetta per il progetto Ta Pum "il cammino della memoria".
Particolare e toccante la cerimonia a F.lla Dignas con il silenzio fuori ordinanza suonato dal trombettiere e la stretta di mano tra i rappresentanti italiani ed austriaci con l'impegno che questo evento non  rimanga fine a se stesso ma preludio di nuove collaborazioni

PS: La salita alla Cima Palombino da parte di Giancarlo ed Albino non sostituisce in alcun modo parte della tappa TA PUM, è stato un semplice gesto di condivisione apprezzato dagli stessi Alpinisti TA PUM 

De Bernardin Albino CAI Val Comelico
sulla ferrata del Camoscio

Con gli alpinisti TA PUM-Gabiel,Nicola,Giacomo

F.lla Dignas cerimonia

Scambio Doni

Scambio Doni
Firma libro vetta

Giancarlo ed Albino a Cima Palombino