venerdì 20 settembre 2013

Piccola Croda Rossa d'Ampezzo (m. 2859)

L'escursione ha inizio nella Valle di Braies da località Ponticello (m. 1510). Siamo in nr. 12 partecipanti, la giornata è fresca in fondovalle 5° C., ma in alto il sole illumina e riscalda le prime propaggini rocciose della imponente Croda Rossa d'Ampezzo. Ci si incammina lungo la strada forestale all'interno del parco naturale di Fanes-Senes-Braies, da subito con impennate ripide. Si passa per il ristoro di Malga Cavallo, tutta messa a nuovo, sembra la casa di "Heidi". E qui facciamo la prima sosta per un caffè, poi ci si incammina lungo la dorsale rotondeggiante che porta alla forcella Cocodain (m. 2332) superando enormi rocce bianche levigate, da lontando davano l'idea di pecore al pascolo. Qui il paesaggio è vasto, il panorama si stende ad Ovest fino alla Varella, Cima IX e X, a Nord le più vicine: Croda del Becco e Cima Senes, a Sud le Cime Fanis e le Tofane e in lontananza il Pelmo, ad Est le nostre Dolomiti: Il gruppo del Popera con in evidenza la Cima 11, il Monte Popera, la Croda  dei Toni e i Tre Scarperi e, una volta raggiunta la cima attraverso una dorsale sassosa, di fronte a noi si elevava l'anticima e la cima della Croda Rossa d'Ampezzo circoscritta da un contraforte rossastro di cime frastagliate. La giornata è tersa e il belvedere è assicurato, la faticosa salita è stata premiata. Ora ci attende un ritorno lungo e non meno faticoso, per i saliscendi che dobbiamo superare. Al termine, l'escursione si è protrata per ben dieci ore, stanchi ma soddisfatti, ancora riscaldati dal tepore del sole.

    

lunedì 9 settembre 2013

Sezione Val Comelico 150° CAI Salita TERZA GRANDE 2586 m e Cima Sud LONGERIN 2523 m

  Il nostro gruppo composto da 8 soci ( pochi ma buoni !) ha scelto di accendere il fumogeno arancione per la ricorrenza del 150° dalla nascita del CAI dalla vetta della TERZA GRANDE.
Partiti alle 8.15 per il sentiero  CAI 314 in poco meno di 3 ore il gruppo è arrivato in cima.
Purtroppo il tempo non è stato benevolo, non ci ha permesso di vedere gli altri fumogeni e quasi sicuramente neanche il nostro sarà stato visto.
In ogni caso l'impegno è stato portato a termine.
De Bernardin Albino CAI Val Comelico

Anche il nostro gruppetto (6 elementi + due soci rinvenuti sulla cima) ha raggiunto la Cima SUD dei Longerin (m. 2523), con partenza e rientro a forcella Zovo. Il 150° del CAI è stato onorato rilasciando il fumogeno arancione alle h. 12,00 come convenuto. Ma le nubi ci hanno avvolto, un'aria fredda sferzava i nostri volti e la pioggia è arrivata puntuale. Al rientro un pallido sole ci ha nuovamente riscaldati e una volta alla baita di Campolongo, luogo di incontro con l'altro gruppo, la giornata volgeva al meglio e tutti compiaciuti per la riuscita dell'iniziativa abbiamo brindato ai 150 anni del CAI.   
Gruppo in vetta

                                                                 Gruppo in vetta
                                                      Salendo  la parte rocciosa
Cima SUD dei Longerin




SUD dei Longerin
                                                              

domenica 1 settembre 2013

TRA MARE E MONTI DELLE ISOLE DEL QUARNERO (CROAZIA)


TRA  MARE E MONTI  DELLE ISOLE  DEL QUARNERO (CROAZIA)
LUSSINO (LOSINJ) – MONTE OSORSCICA
14 – 15 settembre 2013

1° giorno
Partenza dal Comelico h. 5,30 in direzione di Trieste e successivamente per statale ex valico di Pese (Pesek in Slovenia) verso Fiume cioè Abbazia  (Opatija)  chiamata anche la Perla del Quarnero.  Proseguimento verso Brestova (30 km) per l’imbarco sul traghetto per l’isola di CHERSO (CRES in croato) una delle maggiori isole del Golfo del Quarnero . Da Brestova in  circa 45 minuti di navigazione si arriva a Porozina.  Si continua per la strada statale isolana verso il capoluogo dell’isola Cres e a Lussino (Losinj). Qui sistemazione in hotel. Nel pomeriggio giro panoramico  in vaporetto  di 2-3 ore nelle splendide acque di Lussino dove si trova la più grande colonia di delfini dell’Adriatico; con un pò di fortuna dovremmo  ammirare i loro giochi in mezzo alle onde.
Ritorno in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno (Escursione a piedi)
Prima colazione in hotel. Ore  7,00 partenza verso Nerezine, piccolo paesino di pescatori sull’isola di Lussino. Inizio salita sul monte OSORCICA   (588 m ). Il sentiero ben segnato si snoda in mezzo ad una rigogliosa vegetazione tipicamente mediterranea con un infinità di piante aromatiche il cui profumo ci accompagna lungo tutto il percorso. Prevale il forte profumo della salvia tipica di queste zone. Dopo circa 1 ora e 30 minuti si raggiunge  la cima Sveti Mikul  (San Nicola)  588 m. Il sentiero continua verso nord lungo la cresta con un incomparabile panorama tra mare e cielo,  sembra di camminare sopra le tante isolette che circondano la lunga CHERSO E LUSSINO, ammirando anche la costa istriana che chiude a nord-ovest e la città di Fiume e, proseguendo verso  la costa sud-occidentale con la catena montuosa del VELEBIT  che la sovrasta.
Dopo circa 2 ore si arriva al rifugio OSORCICA  per una breve sosta, quindi si scende in circa ore 1,30  all’antico paesino di OSSERO (OSOR) dove attende il pullman o i nostri mezzi di trasporto.
Alle h. 13,00 pranzo a base di pesce in ristorante a Ossero .
Partenza per il ritorno con variante traghetto Merag – Valbiska, dopo 20 minuti di traghetto si sbarca sull’isola di KRK (Veglia). Proseguendo per strada statale dell’isola si attraversa  il grande ponte ad arco per raggiungere la terra ferma sulla costa orientale a sud di FIUME (Rijeka) e percorrendo la tangenziale sopra Fiume (Rijeka) si rientra verso l’Italia.

TEMPI DI PERCORRENZA: NEREZINE-OSORCICA-OSOR -  CCA  ORE   4,30 – 5,00
         Dislivello + 588 m / - 588 m
         Difficoltà : turistica (T)

Costo della proposta:  100,00 circa a persona

Il prezzo comprende: sistemazione in hotel 4**** a Lussino con trattamento di mezza pensione (cena, pernottamento e colazione),  tassa di soggiorno, giro panoramico in vaporetto, pranzo a base di pesce in ristorante.

Costi aggiuntivi:
- il trasporto in traghetto Brestova-Porozina e Merag-Valbiska :
per automobili < 5 m……….  € 30,00 complessivi    andata/ritorno  +
per persona € 5,00 complessivi  andata e ritorno.
- spese di viaggio auto e pedaggi autostradali o mezzi di trasporto alternativi (pullman).

Il prezzo della mezza pensione in hotel è garantito per un minimo di 25 partecipanti. Nel caso di un numero inferiore il prezzo potrà subire delle piccole  variazioni.
*****
Info utili :
Documenti neccessari per il viaggio – carta d’identità valida per l’espatrio.
Dal 1. Luglio la Croazia fa parte dell’ UE, al valico tra Slovenia e Croazia non ci sono più controlli doganali ma solamente controlli documenti dalla polizia di frontiera (ancora per un periodo ).
La valuta ufficiale è ancora la Kuna, il passaggio all’euro non è immediato.
10,00 euro = 74-75,00 kune

Non serve cambiare i soldi in Italia, ci sono tanti cambio valute lungo la strada all’arrivo.

Per informazioni e prenotazione contattare i soci: Giancarlo Zonta 349.6624627, Ivo Zandonella 334.6546354 e Milvia Medved 333.3206440.

Alla prenotazione si richiede il versamento di € 100,00= da bonificare sul c/c:
IT64K0200861280000101050010 della Sezione CAI Val Comelico o in contanti ad un referente, da farsi entro venerdì 6 settembre p.v..

Raggiunto il quantitativo max di 50 adesioni la prenotazione sarà chiusa.

30 agosto 2013

                                                                                                                      Il direttivo